Di Centa e di Ronco: la maestria artigiana nella costruzione dei tetti

Da oltre 50 anni la ditta friulana Di Centa & di Ronco realizza tetti, coperture e rivestimenti di facciate in varie fogge e utilizzando sempre materiali ecologici, di lunga durata e affidabilità.

Grazie alla propria equipe di tecnici specializzati e altamente qualificati, la ditta di Paluzza (Udine) realizza e posa in opera coperture di tetti in scandola di legno, per le costruzioni in bio-edilizia, tetti in rame,tetti in alluminio, in alluminio tipo PREFA, tetti e coperture in zinco titanio, sia per edifici pubblici che per abitazioni private, per edifici industriali e per chiese, campanili e edifici religiosi in genere.

Grazie alla maestria artigiana della Di Centa e di Ronco vengono realizzati tetti di ogni forma e dimensione in tutto il nord e il centro Italia, coperture che prendono forma e colore adattandosi al paesaggio e al contesto architettonico, sia in montagna che in città o nelle campagne.

Tutte le coperture e i tetti posati dalla di Centa e Di Ronco sono realizzati con criteri antisismici.

Anatocismo Bancario : recuperare liquidità

Recuperare liquidità per la propria azienda individuando l’anatocismo bancario con l’analisi di contratti di mutuo, leasing e conto corrente

Spesso nelle clausole dei contratti di leasing e di conto corrente si possono riscontrare clausole vessatorie che configurano casi di anatocismo, che è in pratica il meccanismo con il quale banche e finanziarie lucrano ai danni di aziende e privati applicando interessi passivi sugli importi pagati già comprensivi di interessi, in alcuni casi molto spesso queste pratiche sconfinano nell’usura bancaria vera e propria.

Recuperare la liquidità necessaria alla propria azienda è spesso possibile se ci si affida a professionisti in grado di verificare, tra le pieghe di complicati e astrusi contratti, l’esistenza di clausole vessatorie e mettere in opera tutte le procedure necessarie per recuperare il denaro illecitamente incamerato da banche e finanziarie ai danni di priovati ed aziende.

Il consiglio pertanto è quello di rivolgersi a professionisti qualificati, in grado di assistere il cliente anche dal punto di vista legale, oltre che contabile, nel recupero di queste somme.

Abitualmente il primo contatto non è impegnativo dal punto di vista economico e potrebbe essere il primo passo per recuperare somme anche ingenti e quindi liquidità.